Presentazione Libro vincitore Bando CRI

SALONE DEL RESTAURO DI FERRARA

7 Aprile 2016 ore 11:00 Sala A

Presentazione del volume:

Giuliano da Maiano e Domenico del Tasso

Il coro ligneo intagliato e intarsiato della Cattedrale di San Lorenzo a Perugia

Vicende storiche e conservative.

Edizione Edifir Firenze

Saranno presenti: l’ autrice Dott.ssa Francesca Fedeli, Prof. Fulvio Cervini (Università degli Studi di Firenze), Dott. Claudio Paolini (Soprintendenza Belle Arti e Paeseaggio di Firenze Pistoia e Prato), Dott.ssa Veronica Vestri (Paleografa), Arch. Tommaso Fedeli ( restauratore).


Il libro descrive le difficili opereazioni di restauro e ricostruzione.
Nel 1985, il coro realizzato dai fiorentini Giuliano da Maiano e Domenico del Tasso alla fine del XV secolo, rimase vittima di un disastroso incendio che lo ha carbonizzato per oltre un terzo. Vennero distrutti 10 scranni anteriori e 13 scranni posteriori. Il complicato lavoro di restauro e ricostruzione, diretto dalla Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici dell’umbria è stato realizzato dal laboratorio Fedeli Restauri di Firenze.

Notte Bianca 2015 – The Black Night – Firenze

BLACK NIGHT NOTTE BIANCA… CI SIAMO..
Agimus/Museo Marino Marini/Elvis Costello/Quartetto Aphrodite/Letizia Bob Dei/Popolo del Blues
GIOVEDI 30 aprile ore 24.

Era la fine del 1991 quando nacque la collaborazione tra un grande autore rock, Elvis Costello, e un grande quartetto d’archi, il Brodsky Quartet. Il risultato è the Juliet Letters, disco di canzoni per voce e quartetto d’archi, il capolavoro che tutti dovrebbero avere nella propria discoteca. L’idea di quest’opera nasce in Costello leggendo la notizia, vera o verosimile che sia, di un professore di Verona che risponde alle lettere indirizzate a Giulietta Capuleti.The Juliet Letters è un magico e commovente collage in cui la scrittura delle canzoni si fonde alla perfezione con quella per quartetto d’archi, senza che nessuna delle singole parti debba scendere a compromessi. Ognuna delle componenti esce valorizzata dalla collaborazione, che all’epoca coinvolse Costello e il Quartetto a tutto tondo, con i cinque musicisti che condivisero la scrittura dei testi, della musica e degli arrangiamenti. Intenso e drammatico, The Juliet Letters è in assoluto uno degli esempi più riusciti di fusione tra rock, blues e musica classica. Autore prolifico e dalla ricca discografia, Costello non esegue più questo progetto dal vivo da anni. Letizia Dei e il Quartetto Aphrodite hanno il merito di riportare finalmente The Juliet Letters sul palco, restituendo agli ascoltatori la possibilità di godersi uno spettacolo diversamente impossibile da ascoltare. Ai cantati rock della versione originale si unisce il tocco personale e di estrazione classica della cantante Letizia Dei.

Elvis Costello

Juliet Letters by Elvis Costello & Brodsky Quartet

Elvis Costello’s
The Juliet Letters


Sabato 31 gennaio 2015, ore 21.30
Sala Vanni, P.zza del Carmine Firenze


Una produzione Aphrodite Associazione Culturale,

con la collaborazione de Il Popolo del Blues ed Eventi Music Pool,


Letizia Dei, soprano
Quartetto Aphrodite

Elementi scenici di Dalila Chessa.


«So there was this professor in Verona who answered letters addressed to Juliet…»

 

juliet letters locandina stampa defL’Associazione Aphrodite, in collaborazione con Il Popolo del Blues, è lieta di proporre per la prima volta a Firenze la rappresentazione della suite di canzoni, per voce e quartetto d’archi, The Juliet Letters, concept scritto da Elvis Costello e dal Brodsky Quartet, all’inizio degli anni ’90.
L’idea di quest’opera nasce in Costello leggendo la notizia di un professore di Verona che risponde alle lettere che da ogni parte del mondo vengono indirizzate a Giulietta Capuleti. La scrittura in forma di lettera, immaginarsi ciò che questa può contenere (amore, odio, sofferenza, rabbia, gioia, morte), lo stretto rapporto che si crea fra colui che scrive e la persona a cui è indirizzata, sono tutti elementi che stimolano l’interesse e la passione di Costello per questo progetto.

Il grande cantautore inglese cerca subito la collaborazione del quartetto d’archi The Brodsky Quartet, e alla fine del 1991 iniziano a lavorare insieme. In The Juliet Letters, ogni lettera/brano racconta, fra fantasia e realtà, un personaggio diverso. La sua vita, i suoi desideri, il suo carattere, il suo universo psicologico, vengono narrati dalla voce, amplificata emotivamente dalla perfetta “messa in musica”.

In questa suite di canzoni si può riconoscere l’imprinting musicale di Costello: la sua continua ricerca armonica, le melodie articolate e complesse e una scrittura dalla vena rock lucida e chiara. Ma troviamo anche la musica classica del quartetto d’archi che accompagna, sottolinea ed evidenzia ogni singolo passaggio testuale, contribuendo a formare nella mente di chi ascolta una scena chiara della vita di quell’individuo.

The Juliet Letters è in assoluto uno degli esempi più riusciti di fusione tra musica classica e rock.

rif.:

Il Popolo del Blues, http://www.ilpopolodelblues.com

Eventi Music Pool, http://www.eventimusicpool.it

>> vai al progetto

 

Amor di Patria!

In occasione di Amico Museo

il prossimo 17 maggio alle 21

Aphrodite Associazione culturale

in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Artistici e Museali

propone

sul tema “I luoghi della memoria”

Amor di patria_locandina

seguiranno a breve i dettagli della serata!

12 aprile 2014 – Aphrodite e RamiMusicali

 L’Associazione culturale Aphrodite in cooproduzione con l’Associazione Rami Musicale

in collaborazione con il Circolo San Giuseppe di Impruneta

con il patrocinio del Comune di Impruneta

è lieta di presentare

la traviata 2014

Vi aspettiamo!

I Soci Aphrodite presentando alla cassa la propria tessera 2014 avranno diritto al biglietto ridotto.

 

maggiori informazioni sullo spettacolo:

Associazione ramiMusicali tel: 3297843935

 

10 aprile 2014 – Aphrodite e ATT

Carissimi,

il prossimo 10 aprile 2014, l’Associazione culturale APHRODITE, ha organizzato l’intrattenimento in occasione della Serata benefica in favore di ATT – Associazione Tumori Toscana.

 

La serata si terrà a partire dalle ore 20:30 presso la Sede della Società Dantesca in Via Gino Capponi, 4.

 

L’Associazione propone in anteprima il nuovo spettacolo dal nome “Note di Viaggio”,  ideatrici del lavoro Silvia Bargellini, Dalila Chessa e Luisa Bellitto.

 

Vi aspettiamo!

 

Scarica il Volantino qui >>

vai alla Scheda del progetto “NOTE DI VIAGGIO” >>

Vai alla presentazione>>

Festa della Donna 2014

Festa della Donna 2014_Buondelmonti_Flayer A5_singolo [Risoluzione del desktop]L’Associazione culturale Aphrodite, in  collaborazione con il Circolo Cattolico San Giuseppe di Impruneta e con il patrocinio del Comune di Impruneta presenta

in occasione della Festa della Donna 2014, un Concerto dal titolo

“Un Viaggio in Rosa: A/R nel mondo della musica al femminile”.

Tutto nasce da una idea: un breve Viaggio attraverso i tempi ed i luoghi, un Viaggio culturale attraverso 300 anni di
musica al femminile, quella musica mai suonata, quella musica che costituisce davvero una “Storia della Musica”
parallela e mai raccontata.
Il Quartetto d’archi Aphrodite sarà affiancato dall’attrice Silvia Bargellini.
Il programma musicale verrà integrato da riflessioni e dal racconto di brevi aneddoti sulle figure delle compositrici che,prima di tutto, sono state “donne” che per amore della musica e per perseguire il proprio sogno, hanno avuto il coraggio di fare scelte controcorrente.

Ringraziamo per il sostegno al progetto “Studio Impruneta” e “Agriturismo le Pozze”.

Vi aspettiamo!